• Edizioni di altri A.A.:
  • 2016/2017
  • 2017/2018
  • 2018/2019
  • 2019/2020
  • 2020/2021

  • Lingua Insegnamento:
    Italiano 
  • Testi di riferimento:
    ● Grandi R., Miani M., L’impresa che comunica. Come creare valore in azienda con la comunicazione, Torino, ISEDI, 2006. (Tranne: Capp. 21-22-23-25 e tutti Casi di studio)
    ● Galliano Cocco, La comunicazione interna nelle organizzazioni, Collana di Management, Franco Angeli, Milano 2012.

    Approfondimenti (facoltativo):
    ● Pastore A., Vernuccio M., Impresa e comunicazione, Maggioli Editore, 2016.
    ● Buzzo B., Governare la comunicazione d’impresa, Franco Angeli, 2010. 
  • Obiettivi formativi:
    Tenendo presente gli obiettivi generali del percorso di studio l’insegnamento intende fornire agli studenti una visione globale della disciplina in un quadro di riferimento che tenga costantemente presente l’approccio e la competenza manageriale. In tale ambito rientra, inevitabilmente, anche il processo decisionale in merito alle strategie ed attività di comunicazione dell’impresa. Attraverso lo studio dei principi e delle tecniche fondanti la disciplina, l’apprendimento è focalizzato in primo luogo sulla conoscenza dei modelli teorici, dei metodi e dei processi relativi alla comunicazione aziendale; quindi sulla necessità di pianificare e gestire in modo integrato le diverse aree della comunicazione al fine di creare e diffondere il valore del capitale economico aziendale.
    Il corso, pertanto, è dedicato all’analisi delle principali problematiche comunicazionali; in una visione gestaltica e, al contempo, considerando le singole e peculiari aree della comunicazione aziendale. Con il precipuo scopo di saper dare informazioni necessarie per un’adeguata percezione dell’impresa verso i propri “riceventi” e stakeholder al fine anche di saper creare consenso oltre che visibilità, valore oltre che reputazione. A tal fine il corso analizza oltre alle principali problematiche relative ai diversi strumenti di comunicazione e all’utilizzo congiunto e integrato dei mezzi, anche le strategie più opportune a seconda degli obiettivi della comunicazione: interna, di marketing, di crisi etc.
    In sintesi, al termine dell'insegnamento lo studente dovrà possedere conoscenze e competenze inerenti il funzionamento della comunicazione aziendale nelle sue varie e molteplici strategie e sfaccettature. L’obiettivo è contribuire alla formazione di una figura professionale in grado di comprendere e gestire i complessi meccanismi della comunicazione aziendale in una società estremamente complessa ed articolata . 
  • Prerequisiti:
    Pur non essendo richiesta nessuna propedeuticità, si raccomanda la conoscenza dei concetti fondanti dell’economia aziendale e dell’organizzazione aziendale. 
  • Metodi didattici:
    L’insegnamento prevede 72 ore di lezione suddivise in due lezioni settimanali da 3 ore. Nel corso delle lezioni - sempre improntate a una costante e profonda interattività volta a suscitare negli studenti interesse, curiosità e senso critico - sono previste diverse testimonianze di esperti direttamente impegnati nella comunicazione aziendale sia di imprese private che pubbliche.
    L’organizzazione del corso è realizzata ed erogata in base “all’Ascolto Continuo”, per aderire il più possibile a un modello incentrato sul miglioramento continuo della qualità della didattica universitaria. I metodi didattici utilizzati sono plurimi: lezioni frontali, esercitazioni, simulate, analisi di casi di studio. E’ altresì proposto ai frequentanti il cimentarsi nella realizzazione e presentazione mediante power point di un caso di comunicazione aziendale integrata distribuito all’inizio delle lezioni. La frequenza è fortemente consigliata. 
  • Modalità di verifica dell'apprendimento:
    Il livello di apprendimento degli studenti sarà valutato con il ricorso ad una prova d’esame in forma scritta, con riferimento al contenuto dei due testi indicati, ed una eventuale successiva prova orale nel caso si ritenga necessario un’ulteriore integrazione valutativa. La prova scritta è articolata in domande aperte inerenti le tematiche ed i costrutti fondanti la disciplina. La prova ha una durata di 1 ora ed è rivolta a sondare la padronanza dei concetti necessari per “il sapere” e, a seguire, il “saper fare” (Descrittori di Dublino 1 e 2) nell’eventuale implementazione di azioni concernenti il portato dell’insegnamento.
    Le modalità d’esame sono le medesime per frequentanti e non frequentanti e la valutazione è espressa in trentesimi. 
  • Altre Informazioni:
    ● Gli studenti ERASMUS sono invitati a contattare il docente per il loro programma.
    ● Il ricevimento studenti per chiarimenti e/o approfondimenti è effettuato regolarmente sia alla fine di ogni lezione che settimanalmente, al termine dell’attività didattica diretta. Oltre, naturalmente, al continuo contatto tramite email. 

Il corso propone la conoscenza dei principali ambiti comunicazionali strategici delle organizzazioni in genere e dell’impresa in particolare (comunicazione interna, comunicazione di marketing, pubblicità, relazioni pubbliche, relazioni istituzionali), della specificità di obiettivi (successo commerciale, istituzionale, sociale) e destinatari (dipendenti, collaboratori, clienti, consumatori, opinione pubblica, istituzioni), dei profili professionali addetti, delle associazioni di riferimento e relativi codici di condotta.

La descrizione estesa degli argomenti trattati a lezione e finalizzati al raggiungimento dei risultati di apprendimento attesi può essere sintetizzata nei seguenti punti:
1. I concetti di base della comunicazione d’impresa
▪ Sviluppo e ambiti strategici della comunicazione d’impresa
▪ Comunicazione, obiettivi aziendali e organizzazione
▪ Comunicazione interpersonale e mediata
▪ Consumo e consumatori, alla ricerca di un nuovo paradigma
▪ Identità e immagine d’impresa
▪ Pubblici e stakeholder
▪ La ricerca per la comunicazione
2. La comunicazione di marketing
▪ La marca
▪ La pubblicità
▪ Gli strumenti below-the-line
▪ La pubblicità e i new media
3. Le relazioni pubbliche
▪ Modelli di relazioni pubbliche
▪ Le relazioni con i media
▪ Etica della comunicazione d’impresa
▪ La pianificazione delle attività di comunicazione
4. La comunicazione interna
▪ Organizzazione e comunicazione interna
▪ La dimensione interpersonale della comunicazione interna
▪ Strumenti hot e cold: colloqui, riunioni; intranet, pubblicazioni, audiovisivi aziendali.
▪ Il clima organizzativo
▪ La motivazione e l’empowerment.

Avvisi

Nessun avviso in evidenza

Documenti

Nessun documento in evidenza

Scopri cosa vuol dire essere dell'Ud'A

SEDE DI CHIETI
Via dei Vestini,31
Centralino 0871.3551

SEDE DI PESCARA
Viale Pindaro,42
Centralino 085.45371

email: info@unich.it
PEC: ateneo@pec.unich.it
Partita IVA 01335970693

icona Facebook   icona Twitter

icona Youtube   icona Instagram