Search Google Appliance

Gestione delle imprese finanziarie (Cognomi A-D)

  • Edizioni di altri A.A.:

Dati insegnamento


Lingua Insegnamento:
Italiano 
Testi di riferimento:
 G. Forestieri, P. Mottura (2013), Il sistema finanziario, Egea, Milano: capp. 1, 2, 3, 4, 6, 7 (§§ 7.1 e 7.3), 8, 10.
 R. Ruozi (a cura di) (2015), Economia della banca, Egea, Milano: capp. 1, 2, 6, 7, 15, 16. 
Obiettivi formativi:
Il corso si propone di analizzare i fondamenti teorici e le caratteristiche funzionali delle imprese finanziarie. Specifica attenzione viene dedicata ai principi fondamentali della loro gestione, ai profili di rischio e redditività, nonché alle relazioni con i mercati finanziari. Tali profili di analisi vengono inquadrati nel contesto della struttura finanziaria dell’economia e della regolamentazione dettata per le varie categorie di intermediari. 
Prerequisiti:
Metodi didattici:
- Lezioni frontali.
- Utilizzo di slide.
- Lettura e commento di quotidiani economico-finanziari.
- Testimonianze di operatori del settore. 
Modalità di verifica dell'apprendimento:
Esame orale 
Altre Informazioni:
COLLABORATORI
 Dott. Guido Ortolani 

CONTENUTO
- Le funzioni del sistema finanziario;
- la struttura finanziaria dell’economia;
- la banca centrale e la politica monetaria;
- la regolamentazione e la vigilanza sul sistema finanziario;
- le funzioni e la struttura dei mercati finanziari;
- le banche: funzioni, evoluzione normativa e gestionale;
- gli altri intermediari finanziari: le società di intermediazione mobiliare, le società di leasing, le società di factoring, le società di credito al consumo, i fondi comuni di investimento, le imprese di assicurazione, i fondi pensione;
- la regolamentazione e la gestione dei rischi bancari: Basilea 2 e Basilea 3.


LINGUA DI INSEGNAMENTO
Italiano
OBIETTIVI FORMATIVI
Il corso si propone di analizzare i fondamenti teorici e le caratteristiche funzionali delle imprese finanziarie. Specifica attenzione viene dedicata ai principi fondamentali della loro gestione, ai profili di rischio e redditività, nonché alle relazioni con i mercati finanziari. Tali profili di analisi vengono inquadrati nel contesto della struttura finanziaria dell’economia e della regolamentazione dettata per le varie categorie di intermediari.
CONTENUTO
- Le funzioni del sistema finanziario;
- la struttura finanziaria dell’economia;
- la banca centrale e la politica monetaria;
- la regolamentazione e la vigilanza sul sistema finanziario;
- le funzioni e la struttura dei mercati finanziari;
- le banche: funzioni, evoluzione normativa e gestionale;
- gli altri intermediari finanziari: le società di intermediazione mobiliare, le società di leasing, le società di factoring, le società di credito al consumo, i fondi comuni di investimento, le imprese di assicurazione, i fondi pensione;
- la regolamentazione e la gestione dei rischi bancari: Basilea 2 e Basilea 3.
METODI DIDATTICI
- Lezioni frontali.
- Utilizzo di slide.
- Lettura e commento di quotidiani economico-finanziari.
- Testimonianze di operatori del settore.
METODO DI INSEGNAMENTO
- lezione orale
METODO DI VALUTAZIONE
Esame orale
PREREQUISITI
No
TESTI DI RIFERIMENTO
 G. Forestieri, P. Mottura (2013), Il sistema finanziario, Egea, Milano: capp. 1, 2, 3, 4, 6, 7 (§§ 7.1 e 7.3), 8, 10.
 R. Ruozi (a cura di) (2015), Economia della banca, Egea, Milano: capp. 1, 2, 6, 7, 15, 16.
COLLABORATORI
 Dott. Guido Ortolani